Gratitudine, anche senza il tacchino

Gratitudine, anche senza il tacchino

Come vi dicevo qualche post fa sono sempre meno i blog che leggo assiduamente ma tra questi c'è sicuramente My Women Stuff.
Nell'articolo pubblicato oggi Paris B ha parlato di tre cose per cui è grata e io ho pensato di prendere ispirazione dal suo post per farne uno a tema.
Nello stesso modo sottolineato da lei anche io mi domando perché ci affanniamo tanto a adottare la pratica del Black Friday ma meno a prendere spunto da una festa che non ci appartiene per prenderci un momento per dire grazie.

Review: Balea Lip Balm in Minty Melon, White Chocolate & Pink Grapefruit

Review: Balea Lip Balm in Minty Melon, White Chocolate & Pink Grapefruit
La dipendenza da burrocacao è più comune di quel che si possa pensare.
Peggio, la dipendenza dall'acquistarne.
Sono molto spesso carinissimi, in bei packaging colorati, costano sempre relativamente poco.
Con queste tre motivazioni ben chiare in testa negli anni ne ho comprati così tanti da non doverne più  prendere di nuovi per almeno quattro anni.
Li ho piano piano smaltiti quasi tutti ma ultimamente ci sono ricascata, acquistandone tre da DM.

Books: The Book Of Dust: La Belle Sauvage & The Secret Commonwealth

Books: The Book Of Dust: La Belle Sauvage & The Secret Commonwealth
La trilogia His Dark Materials di Philip Pullman è tra le cose più belle che abbia mai letto.
Non penso sia neanche riducibile a un fantasy onestamente, fa riflettere su così tanti argomenti che dovrebbe essere una lettura obbligatoria nelle scuole (altro che bandito come è successo diversi anni fa).
Da questi tre libri è stato tratto un film che a me personalmente non è proprio piaciuto.
Non ai livelli di bruttezza di quello tratto da Eragon ma un grande budget, grandi attori, grandi effetti speciali per un risultato decisamente deludente.

NOTD: Faby International I know what is Best

NOTD: Faby International I know what is Best

Secondo post sulla collezione invernale di Faby International.
Qualche giorno fa vi ho presentato Fearless, oggi è il turno di I know what is best.

Empties!

Empties!



Uno dei blog che ho amato di più di sempre è stato quello di Liz, Beauty Reductionista.
Io ero ancora nel pieno della fase accumulo di make-up e skincare ma il suo progetto mi affascinava tantissimo, probabilmente anche perché scriveva veramente tanto tanto bene.
Scrivere post di prodotti finiti così frequentemente mi fa sempre pensare a lei e alla sua costanza nello smaltire quello che aveva.
Il makeup rimane lo scoglio più grande ma mi ricordo sempre che non devo per forza finire tutto entro un anno o un'altra scadenza arbitraria, né devo regalare per forza anche le mie palette preferite.
Sono tante cose è vero ma mi permettono di cambiare spesso e non annoiarmi, piano piano finirò anche degli ombretti.

(beauty)Influencing trough the years: dai blog alle stories

(beauty)Influencing trough the years: dai blog alle stories

Per questo post dovete immaginarmi con gli occhiali di papà castoro anche perché da quasi due mesi ho smesso di mettere le lenti a contatto quindi mi sembra abbastanza appropriato.
Metto subito le mani avanti: quello che vi dirò oggi è inutile.
Non è una lezione, non è una polemica, non è una tesi frutto di osservazione scientifica.
È il racconto di come ho visto cambiare il mondo del beauty tra forum, blog, YouTube, Facebook, instagram e come sto attendendo il product placement di un rossetto in un video Tik Tok.

Review: Garnier Hair Food Macadamia Lisciante

Review: Garnier Hair Food Macadamia Lisciante


Giusto qualche post fa vi dicevo che sto facendo molte meno maschere rispetto a prima.
Tra il cambio di alimentazione e il trattamento alla cheratina i miei capelli sono veramente in grandissima forma e ne sento meno l'esigenza.
Questo non vuol dire che debba evitare di fare in toto anche perché ho questo prodotto di Garnier che mi guarda da bordo vasca e che voglio continuare ad utilizzare e terminare.
Ne ho già usata una confezione tempo fa e l'ho nominato nei prodotti finiti qui, penso però che valga la pena di farne un post dedicato.

NOTD: Faby International Fearless

NOTD: Faby International Fearless

Ah, le unghie.
Se posso dire di aver imparato a truccarmi quasi bene dopo tanti anni e tanti troppi pennelli comprati non lo stesso posso dire per quanto riguarda il mondo degli smalti.
Non so fare niente di particolarmente fancy ma allo stesso tempo per me averle sempre in ordine è fondamentale.
Faccio un lavoro per cui ci tengo particolarmente ad avere le mani curate ma è proprio facendolo che mi si rovinano facilmente.
Oggi vi faccio vedere lo smalto che indosso oggi, parte della collezione Character di Faby.

Shop my (lipstick) Stash: Bitch Please Mulac Cosmetics

Shop my (lipstick) Stash: Bitch Please Mulac Cosmetics

Siamo a novembre e io ho inaugurato con molta gioia una rubrica a MAGGIO di cui poi ho fatto solo un post. Sono tremenda, lo so.
Però ho così tanti bei rossetti che è un peccato non parlarne quindi a botte di quattro post all'anno forse nel 2050 ho parlato di tutti.
Parlerò inevitabilmente anche di prodotti che non sono più in vendita ma abbiate pazienza, il mio blog ormai è un portale sul passato cosmetico.