(little) Things I love: Pontão.

12.6.17




Voi l'avete un posto dove siete felici?
Non un posto dove state bene, dove siete sereni. Un posto dove siete felici. Un posto che vi fa venire voglia di urlare dalla gioia, che vi riempie il cuore ogni volta che ci andate.
Io ce l'ho ed è il pontão a Santa Maria sull'ilha do Sal, Cabo Verde.

Se mi seguite da qualche anno sicuramente sapete del mio innamoramento per questi duecentosedici chilometri. 
Ci vado spesso, non spesso quanto vorrei purtroppo ma -per ora- ci accontentiamo-.
Io scendo dall'aereo e sono a casa. Respiro quell'aria lì e sto bene.
Ogni secondo passato in quel luogo mi dà la forza di sopportare i mesi in cui sono lontana e in cui mi sembra di vivere in apnea, tornando a respirare solo quando torno a quella che per me è più casa di ogni posto dove ho vissuto.
Questo non è un post per parlarvi di Cabo in generale, però. Questa è una dichiarazione d'amore per il   
pontão.


Divide a metà la nostra spiaggia ed è il fulcro di mille cose.
Si vende il pesce, ci giocano i bambini, da lì si lanciano gli adolescenti -e non solo, a dir la verità- per qualche brivido in più, si usa come punto di ritrovo.


Io mi sono tatuata le coordinate esatte del mio paradiso addosso perché, come mi ha detto un'anima bella una volta, "se ti perdi e qualcuno ti trova sanno dove riportarti".


Il pontile profuma.
Profuma anche quando stanno vendendo il pesce. Sa di sale, sa di capirinha bevuta a fine giornata, sa di sole sulla pelle.
Sa di tutte le volte in cui mi sono seduta con una delle persone più importanti del mio mondo a guardare le stelle a guardare l'alba a guardare l'oceano.



Nel 2015, qualche settimana dopo l'ennesima volta in cui sono stata a Sal, c'è stato l'uragano Fred. 
Oltre al terrore che succedesse qualcosa di irreparabile -avere gente a cui tenete così lontana non è facile in situazioni così, decisamente no- si è unito il dolore per il pontile distrutto.
Non è solo il mio posto felice: è un punto di riferimento commerciale e turistico per tante persone, capoverdiane e non.
Ho avuto tanta paura che non lo ricostruissero, che non l'avremmo più rivisto come prima.



E invece è tornato, bello come e più di prima. Le donne che vendono il pesce sono tornate -nonostante qualche bellissimo litigio con la polizia: tutto sotto controllo-, i ragazzi che si tuffano sono tornati -qualche incidente da farci venire un mezzo infarto compreso,  i bambini hanno ricominciato a giocarci tutto il giorno.
Noi ci siamo risedute sulle panchine e per terra, abbiamo bevuto e pianto e riso e niente, tutto quello che si può fare su un pontile.



Il tramonto a me piace tantissimo. Mi piace il tramonto a Dalmine, figuratevi a Cabo Verde.
Figuriamoci il tramonto dal pontão.
Ora vorrei solo infilare una serie di banalità una dopo l'altra, vorrei dirvi quanto sono belli i colori del sole che se ne va, quanto è magico il rumore delle onde quando il cielo è rosa.
Vorrei anche raccontarvi di quanto è bello essere sedute al tavolo più marcio dell'isola, con la caipirinha più buona del mondo e guardare questo bellissimo spettacolo che ogni singola sera mi commuove.
Però ecco, non sono all'altezza.
Posso dirvi che questo è il mio posto felice e che sono così grata al destino, al caso, whatever, per averlo trovato.
Perché tutti ci meritiamo di stare così bene in un luogo, di avere in dono una felicità così grande senza dover lottare -ancora una volta- per averne anche solo le briciole.




9 comments

  1. Che posto meraviglioso e che foto stupende! *_*

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie davvero :) Le foto lì vengono belle senza sforzo.

      Delete
  2. Parli sempre con trasporto di questo bellissimo posto, fu colpo di fulmine? Io ancora non ho trovato il "mio" :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Non so nemmeno se riesco a spiegarlo. Quando sono arrivata lì per la prima volta mi sono sentita a casa come mai prima e basta. Lo troverai e sarà una sensazione fantastica :)

      Delete
  3. 😘 Cabo dev'essere un posto bellissimo. Io ero nel mio luogo del cuore poco più di una settimana fa, come sai. E ogni volta non è mai abbastanza.

    ReplyDelete
  4. Sono senza parole. È un luogo magico!

    ReplyDelete
  5. Una dichiarazione commovente.. tanto da che son rimasta a sospirare dopo aver finito di leggere.
    Da farci un salto per respirare tutte le cose che hai descritto e poi ripartire alla ricerca del mio posto del cuore.

    ReplyDelete

Thanks for commenting <3