Maquillalia, Indabox, Online Shopping and Bla Bla Bla.

20.11.14

I have a love-hate relationship with online shopping and you already know that if you’ve been following me for a while.
Having the chance to buy something I can’t find in Italy is definitely a good thing, this way I can stock up on Bourjois’s lip stains (you did try AT LEAST one of them, right?!) and take advantages of a lot of discounts that you can find online only.
But, as far as I’m concerned, this type of shopping has quite  a few downsides, too.

Ho un rapporto di amore e odio per lo shopping online, se mi seguite da un po’ già lo sapete.
Avere la possibilità di acquistare qualcosa che in Italia non è reperibile se non online non è male, in questo modo possiamo fare tutte scorte di tinte labbra Bourjois (non ne avete ancora nemmeno una? prendetele!) e approfittare di tanti sconti che in negozio non ci sono mai.
Però, per quanto mi riguarda, questo tipo di shopping ha anche tanti difetti.


The first example of something I don’t like about online shopping is the situation described in the pic above.
I don’t know about you but I can easily throw stuff in the cart for hundreds of euros, finding myself having picked three foundations and four palettes that all look the same.
In the end I can’t take anything out of the cart, everything looks fundamental and I just end up getting nervous.
I know, I may be a tiny bit immature.
Another big issue is receiving actual packages at home
Do you remember when I mentioned the Di Luca order? I was desperate about the fact that I couldn’t try them straight away.
That’s quite a recurring problem, I can’t spend ages home, waiting for my order to come in.
So yes, I end up dragging myself to the deposit, usually forgetting about bringing an ID and trying to convince the courier that yes, I’m the Suhrya that was waiting for all those ASOS and Forever21 packages.
The first problem became a little less tragic when I finally made an order from Maquillalia.
I think I’m the last person in Europe that ordered something from there, everything is so cheap
I managed to get everything I wanted without breaking the bank, yay me!
I finally got Wet&Wild’s Comfort Zone and a super tacky Batiste’s bottle with an animalier  pack and a lip stain by Makeup Revolution. 
Speaking of which, what should I absolutely try from this brand? I need your advice!
I did manage to fix the other issue as well, luckily.
I’ve discovered a service called Indabox which gives you the change to get your products at an appointed destination: bars, newsagents and more. Isnt’t this super cool?
So yes, now there’s nothing stopping me from spending all my money.
What are your thoughts on online shopping? Tell me all about it!

Il primo esempio è proprio quello della prima foto. Non so voi ma io riesco a fare carrelli da centinaia di euro, ritrovandomi ad aver scelto tre fondotinta e quattro palette tutte uguali.
Alla fine non riesco a togliere nulla perché mi sembra tutto fondamentale e finisco per innervosirmi e basta.
Lo so, sono sempre molto matura.
Un altro problema per me non da poco è quello del ricevere proprio i pacchi.
Vi ricordate che quando vi ho parlato dell’ordine di prodotti Di Luca mi sono disperata perché non sono riuscita ad averlo subito? Ecco, è un problema ricorrente.
A casa dei miei non c’è praticamente mai nessuno a casa e nemmeno qui a Milano.
Quindi sì, finisco per dovermi trascinare sempre in deposito, di solito dimenticandomi a casa il tagliando per ritirare il pacco e trovandomi a dover dire al corriere che sì, la Suhrya che doveva ricevere tre pacchi Asos e due Forever21 sono proprio io.
Il primo problema si è rivelato un po’ meno tragico quando mi sono trovata a fare finalmente un ordine da Maquillalia.
Sono praticamente l’ultima al mondo a comprare da questo sito, vero?
Ci sono tanti brand interessanti e praticamente tutti low cost.
Quindi mi sono trovata a mettere tutto quello che volevo nel carrello e alla fine non mi sono trovata a dover spendere una cifra assurda quindi viva me!
FINALMENTE ho preso la Comfort Zone di Wet&Wild, non potete capire da quanto la volessi.
E poi sì, ho preso una confezione di Batiste con il packaging leopardato perché mi piaceva troppo.
Voi cosa avete comprato da Maquillalia con gli ultimi sconti? Io devo dire che ancora non mi è arrivato l’ordine ma già non vedo l’ora di farne un altro, ho sentito parlare troppo bene dei prodotti Makeup Revolution e ne vorrei provare decine e decine.
Tra l’altro ora che ho risolto l’altro disagio atroce legato agli ordini online penso che non mi fermerà più nessuno, purtroppo.
La bacchetta magica è Indabox, un servizio che mi è stato proposto di provare per farvelo conoscere.
Se anche voi avete problemi con il ritirare i vostri pacchi questo sito potrebbe essere un punto di svolta, davvero.
Invece di farvi arrivare il pacco a casa potete farvelo arrivare in uno dei punti di ritiro più vicino a voi.
Punti che non sono i classici depositi ma bar, edicole, tabaccherie e varie che hanno aderito al servizio.
Per me è un’idea semplice ma geniale nella sua semplicità.
Avete presente la comodità di andare a fare colazione e ritirare il pacco Maquillalia? Io penso che mi emozionerò quando finalmente succederà.
Tra l’altro il primo ritiro è gratis quando vi registrate, che figata è?
In generale il sito è fatto davvero bene, semplice da navigare e estremamente intuitivo anche per me che mi perdo in mezzo bicchiere d’acqua.
Il costo del servizio -dopo il primo ritiro gratuito- è di tre euro. Considerando che io tendo a fare acquisti su siti che hanno le spese gratuite, o gratuite dopo una soglia bassa tipo Asos, non mi dispiace spendere tre euro così.
Piccola nota frivola: quanto è carina la grafica? 
Ammetto di aver guardato tre volte il video esplicativo solo perché quelle scatoline che si muovono sono adorabili. 
Quindi sì, tra questi due siti ormai sono rovinata e non smetterò mai di fare ordini online.
A voi piace lo shopping online? Conoscevate già Indabox?

10 comments

  1. Ma che figata Indabox! Non lo conoscevo e ho subito verificato: manco a dirlo nelle mie lande desolate non c'è nessun punto di ritiro. Però potrei proporlo al mio bar di fiducia! XD
    E' un servizio proprio furbino!
    Adorerai la palette Wet'n'Wild, vedrai!

    ReplyDelete
  2. Basta, devo avere una palette Comfort Zone anch'io! XD Indabox devo suggerirlo alla panettiera sotto casa, si è un po' stufata di ritirarmi gratis i pacchi quando non ci sono ahahahah sembra davvero la svolta!

    ReplyDelete
  3. Ma che bella notizia mi dai! Io faccio recapitare tutto dai miei genitori che odiano tutti i corrieri perché consegnano in orario di pennichella con scampanellate vigorose! Speriamo Indabox esista anche in questa landa desolata!

    ReplyDelete
  4. Certo che ormai le inventano tutte per farci spendere tutti i nostri denari :-) Idea geniale davvero.

    Io faccio parte di quella categoria di persone che acquistano quasi tutto on line, leggo mille recensioni e alla prima promozione mi fiondo. Lo trovo vantaggioso, visti gli sconti quasi quotidiani che ci sono ovunque; ma soprattutto non potrei fare altrimenti, è paradossale ma non ho tempo per fare shopping "non on line". In più ho anche la comodità di fare arrivare tutto in ufficio, quindi sono senza scampo :-) Quelle rare volte che riesco a concedermi un po' di tempo per me stessa finisce che rientro a casa senza nulla perché non trovo mai quello che voglio. Tutto questo per dire che adoro lo shopping on line! :-)

    ReplyDelete
  5. Bellissimo servizio! Fra l'altro, leggendo i requisiti dei bar, c'è questo: "Non deve avere al suo interno presenza invasiva di slot machine, video poker o simili" che mi sembra davvero un'ottima cosa! Da me comunque c'è la zia ritira-pacchi che è ormai nota a tutti i corrieri della zona e fa lo smistamento anche per i vicini, forse dovrei segnalarla a Indabox! XD

    ReplyDelete
  6. Come ti capisco S.,anche io ho lo stress di ricevere il pacco a casa perchè non c'è mai nessuno.
    Solo quando la spedizione è affidata a Bartolini mi trovo benissimo perchè il simpatico signore che viene sempre a recapitarmi i pacchi ha adottato la strategia del bar da un pò: quando non sono a casa lo lascia al bar vicino casa,però diciamo che è una cosa inter nos perchè non credo gli sia consentito farlo. E' comodissimo così ^_^ Comunque adesso vado subito a dare un'occhiata a Indabox XD

    ReplyDelete
  7. prima avevo il portiere adesso mi sono trasferita e vado anch'io in paranoia per i pacchi! so che c'è un servizio che fa arrivare roba dagli states, stavo per iscrivermi per avere una palette lorac, poi ho capito che mi sarebbe costato un botto. l'idea di ritirare un pacco al bar è molto carina! ma povere noi!

    ReplyDelete
  8. Riempire carrelli e lasciarli il è il mio sport!
    Oltre al fatto che anche a casa mia non sempre c'è qualcuno ed è sempre una palla organizzarsi per aspettare il pacco, a me personalmente scocciano le spese di spedizioni. Nei punti di vendita fisici si possono prendere pochi pezzi per volta, mentre online cerco sempre di raggiungere le spese gratuite..finendo sempre per comprare roba in più che potrei evitare o comunque acquistare con calma più avanti.

    ReplyDelete
  9. Non conoscevo questo servizio ma per me non è necessario, vivendo in una piccola cittadina e avendo cmq sempre qualcuno in casa, visto che un mio genitore è libero professionista :) cmq a quanto pare manco solo io, non ho mai acquistato da Maquillalia ahah XD

    ReplyDelete
  10. Normalmente non mi garberebbe molto spendere 3€ per qualcosa che potrei ritirare gratuitamente - certo, ho 5 piani di scale da fare ma per lo shopping online questo e altro - ma con i problemi che sto avendo con SDA ultimamente sarei tentatissima di sfruttare il servizio quando loro sono coinvolti. Grazie della dritta ^^

    ReplyDelete

Thanks for commenting <3