[Guest Post] Review: Missha Perfect Cover BB Cream

12.8.13

I'm currently on holiday and some amazing people decided to help me out with Drama&Makeup.
Today's guest blogger is Monica, a Drama&Makeup reader.

Al momento sono in vacanza e delle persone meravigliose hanno deciso di darmi una mano con Drama&Makeup.
La guest blogger di oggi è Monica, una lettrice di Drama&Makeup.








One of my first cosmetics purchases online was this one, the Missha Perfect Cover BB cream.
In contrast with the trend of western BBCream, that seems a way to  recycle dear tinted moisturizers, I went straight to the source and after endless research, studying of reviews and sites, I decided to buy this.


Why a BBCream and not a foundation? Because I don't I have big imperfections on my skin but it's very sensitive, therefore, easily to irritate and redden. I imagined that a BBCream was a fair compromise between my tolerance and being presentable in public, and I got it right.
I chose the Missha Perfect Cover because I had already tried the Hot Pink by skin79 and I wanted to change a bit ', plus  Missha has a higher protection factor (SPF 42), and has two colors.


Now, if you want to base the purchase of a BBcream on this, listen to me, don't! These two shades don't change the fact that the color gray predominates: so it is and so it shall be! (And thank goodness, I would add, if it were not for that there would be no harmonizing effect)
Summing up, I must say that the money spent on this BBCream are well invested: the Missha does its job very well and even more, especially with redness.
When you wear it the skin is more compact, uniform and it looks like you're not wearing anything.

However, I want to add a couple of little things:

The Missha Perfect Cover is a bit heavier than Skin79 Hotpink that I always prefer in autumn and winter, when it really protects my skin; during the spring its not ideal for me, in fact it makes me oily, and it requires a bit of powder. It's nothing serious but I just don't prefer it over Missha's one.
It is scented. It has a scent that persists : I'm personally not disturbed by it  and don't find it neither intrusive nor annoying.
I tried to apply it with a traditional foundation brush (bad effect) and a duofibre (acceptable), but, in my opinion the best way to apply it is with your hands, or rather, your fingers, you'll warm the product and make it easier to spread.


Here's my experience with the Missha Perfect Cover: I'd be really curious to know if anyone has the same enthusiasm for the wonderful world of original BBCreams and what do you think of Missha's ones.


Il frutto del peccato di uno dei miei primi acquisti cosmetici on line, è stata lei, la BB cream Missha Perfect Cover.

In pieno contrasto con il trend delle BBCream made in occidente, che mi sembravano un riciclo di marketing delle care e vecchie creme colorate, io sono andata direttamente alla fonte e dopo un’infinita ricerca, studio delle recensioni e studio dei siti, mi sono decisa ad acquistare lei.


Perché una BBCream e non un fondotinta? Perché non ho grandi imperfezioni ma una pelle chiara e molto reattiva che, quindi, tende facilmente ad irritarsi e ad arrossarsi. Ho immaginato che una BBCream fosse un giusto compromesso tra la mia tolleranza e la mia presentabilità al pubblico, ed ho azzeccato.
Ho scelto la Missha Perfect Cover perché avevo già provato la Hot Pink di skin79 e volevo cambiare un po’, in più hanno condizionato l’acquisto, il fatto che la Missha ha un fattore di protezione più alto (SPF 42), e ha ben due colorazioni.


Ora, se intendete basare l’acquisto di una BBcream su questo, ascoltatemi, non fatelo! Si tratta comunque di due colorazioni che non influiscono sul colore grigiastro predominate: così è e così deve essere! (e meno male, aggiungo io, se non fosse per quel grigio non ci sarebbe l’effetto uniformante)
Tirando le somme, devo dire che i soldi spesi in BBCream sono quelli meglio investiti: la Missha fa il suo lavoro, egregiamente e anche di più, soprattutto con gli arrossamenti. 
Quando la indosso, la pelle è più compatta, uniforme e sembra, cosa per me fondamentale, che per essere così meravigliosa (!!) io non abbia messo niente addosso. 

Tuttavia, voglio completare con un paio di cosucce:
  1. La Missha Perfect Cover è un po’ più pesantuccia rispetto alla Hotpink di Skin79 quindi io la prediligo sempre in autunno e in inverno, quando davvero protegge la mia pelle; durante la primavera non è l’ideale per me, infatti tende a lucidare, e richiede un po’ di cipria, ma non è nulla di grave, semplicemente, io non la preferisco.
  2. È profumata. Ovvero ha una profumazione che persiste e la cosa non può far piacere a tutte: a me, personalmente, non disturba e non la trovo né invadente né fastidiosa.
  3. Ho provato ad applicarla con un pennello a lingua di gatto (pessimo effetto) e con un duofibre (accettabile), però, a mio avviso lo strumento migliore per applicarla sono le mani, anzi, le dita, che scaldano il prodotto e lo rendono più facile da stendere.



Ecco la mia esperienza con la Missha Perfect Cover: sarei davvero curiosa di sapere se qualcuna ha il mio stesso entusiasmo per il fantastico mondo delle BBCream originali e che ne pensa della Missha.


3 comments

  1. Io ho la BB Cream di Kiehl's e mi trovo bene adesso in estate perchè è molto leggera ed ha SPF 50.

    ReplyDelete
  2. Replies
    1. Ciao,sono la guest blogger (che effetto che fa!) ho acquistato la BBCream su bbcreamitalia http://bbcreamitalia.com/

      Delete

Thanks for commenting <3