Books: The Adrian Mole Diaries

23.9.12

The Adrian Mole Diaries by Sue Townsend.
Today's post it's not about a specific book but about a whole series of books, eight books to be specific.
In the pictures above you can see The Lost Diaries of Adrian Mole by Sue Townsend but I have every book that tells Adrian's crazily normal  adventures.



I remember reading the first -The Secret Diary of Adrian Mole aged 13 3/4- quite a lot of years ago, it was one of the first books I've read in english. My dad used to love it so he highly recommended it to me.
But, if you're not familiar with Adrian, you may wondering why I love it so much.
To make it short, these are the funniest books I've ever read.
I don't usually laugh out loud while I read, but Adrian's life -to me- it's just hilarious.
He usually doesn't understands what's going on in his life, even if everybody else does, and he fails at almost everything he does.
His relationship with Pandora, a clever and beautiful girl that becomes a successful politician, his smoking-feminist mother, his weird habits with women. 
I love the political satire that runs trough the books as well, we read Adrian's opinions from the Thatcher era to the Iraq war.
I guess you can read these books just to laugh at Adrian adventures or read it on a more serious level.
I know I'm going to read every single Adrian Mole diary that Sue Townsend decides to write, not just because I love them so much but even because I share them with my dad.
Do you have a book you're particularly attached to?


I Diari di Adrian Mole di Sue Townsend.
Premessa: non penso che tutti i libri di questa serie siano usciti in italiano, sicuramente il primo si.
Per quanto riguarda gli altri sette  non ci giurerei, non li ho trovati su amazon.it!
Come avrete intuito dalla premessa il post di oggi non riguarda un libro solo ma una vera e propria serie composta da otto libri, il primo uscito nel 1982 e l'ultimo -per ora- nel 2009.
Ricordo di aver letto il primo libro -Il Diario Segreto di Adrian Mole anni 13 e 3/4- un bel po' di anni fa, è stato uno dei primi libri che ho letto in inglese. Mio padre era -ed è tuttora- un grande fan dei diari di Adrian e me l'aveva caldamente consigliato.
In Inghilterra era un vero e proprio fenomeno, il personaggio di Adrian è nato da uno show radiofonico ed è stato adattato per diversi programmi televisivi.
Oltre a scrivere i libri, Sue Townsend scrive degli articoli per il Guardian in occasione di eventi speciali: l'articolo sul matrimonio reale visto da Adrian è semplicemente meraviglioso.
Ma, se non siete familiari con questo personaggio, potreste chiedervi perché mi piace così tanto.
Per farla breve, sono i libri più divertenti che io abbia mai letto.
Io di solito non rido ad alta voce anche se leggo qualcosa di divertente ma la vita di Adrian -per me- è semplicemente esilarante.
Piccola nota: Sue Townsend è inglese, il suo umorismo magari non fa ridere tutti ma per me è fantastica.
Adrian non capisce mai davvero quello che sta succedendo nella sua vita, anche se tutti gli altri lo sanno, e non fa altro che fallire a tutto quello che fa.
La sua relazione con Pandora, una ragazza giovane e bella che diventa nel corso dei libri una figura politica di successo, gli episodi con la madre fumatrice e femminista, le sue assurde abitudini con le donne che lo portano a creare situazioni sempre più imbarazzanti.
Adoro la satira politica che percorre tutti e otto i libri, leggiamo le opinioni di Adrian dall'era Thatcher   alla guerra in Iraq.
So che leggero ogni diario di Adrian che l'autrice deciderà di scrivere, non solo perché li amo così tanto ma anche perché li condivido con mio papà.
Avete un libro a cui siete particolarmente affezionate?

“Personally, nothing would surprise me any more. If my father announced that he was really a Russian agent or my mother ran away with a circus knife thrower, I wouldn't raise an eyebrow.” 


With love,
S.

18 comments

  1. Non conoscevo questa serie, probabilmente perchè ho cominciato a leggere libri in inglese da poco. E' bello quando si condivide qualcosa con qualcuno che ce la fa amare ancora di più.
    In fatto di libri, io e mio padre abbiamo gusti molto diversi, ma condividiamo l'amore per le commedie di Eduardo e per l'Opera...

    ReplyDelete
    Replies
    1. Sono d'accordo, è bellissimo condividere una passione :)

      Delete
  2. Io di Adrian Mole lessi il primo libro, in italiano. Libro che prestai a qualcuno e mai mi tornò indietro, peraltro (e non è il solo ad aver fatto questa triste fine).
    Mi sa che andrò a recuperarmeli (in originale, ormai britannici, irlandesi, americani etc. li leggo solo in lingua)!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Che odio quando non tornano i libri T___T
      Se ti capita prendili! Tra l'altro ora sta uscendo un'edizione speciale per l'anniversario :)

      Delete
    2. Non dirlo a me. Oltretutto è un po' difficile che la gente pensi che siano loro, dato che nella primissima pagina c'è il mio nome e la data in cui li ho acquistati (sempre perché non sono maniaca)...

      Guarderò da Hoepli (hanno una sezione "lingua originale" da sturbo)!

      Delete
    3. Diciamo che è proprio difficile dimenticarsi che un libro non è tuo, se poi tu ci metti il nome ancora meno!
      Nella mia città ci sono poche librerie con una sezione di libri in lingua che superino la solita selezione: twilight+harry potter+nicholas sparks.
      Per fortuna sono due volte al giorno in stazione centrale a milano, non che la cosa mi faccia particolarmente piacere ma c'è la Feltrinelli ed è abbastanza fornita, ne ho presi una marea hahahaha

      Delete
  3. Non conoscevo proprio questo personaggio, ma sembra davvero curioso!

    ReplyDelete
  4. Mi ricordo di aver sentito parlare di questo libro (almeno, del primo!) però non sapevo che ci fosse un'intera saga! Anzi, a dire il vero pensavo che fosse un libro per ragazzini e basta (sarà stata ingannata dal "13 anni e 3/4?). Indagherò, grazie della segnalazione :)
    Secondo te, i diversi libri si possono leggere anche in modo indipendente uno dall'altro?

    ReplyDelete
    Replies
    1. Sai cosa magari il primo è più da *ragazzi* però si può leggere tranquillamente anche dopo secondo me. In generale più si va avanti nella saga più vi sono temi importanti, anche se in realtà non mancano nemmeno nei primi!
      Volendo si possono anche leggere staccati, però leggerli in sequenza aiuta a farsi un'idea su tutti i personaggi che sono tutti surreali hahahahaha
      buona domenica Blanche :*

      Delete
    2. Buona domenica anche a te e grazie della risposta iper-veloce :D

      Delete
  5. Lo segno, anche se non essendo in grado di leggere un intero libro in lingua mi secca non poter leggere il seguito.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Hai perfettamente ragione, è un peccato :(

      Delete
  6. Mio marito e' appassionato di questa serie... sin da bambino; io ho scoperto questi libri grazie a lui :)
    E' una buona lettura!

    ReplyDelete
  7. anche io ho letto solo il primo!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Cavoli mi sa che gli altri non sono proprio usciti in Italia :(

      Delete

Thanks for commenting <3