Empties!

Empties!



Smaltisco piano piano ma in modo inesorabile con mia grande gioia.
Nel post di oggi c'è decisamente più makeup del solito, me ne sono resa conto. Mi dispiace però dire che non sono tutti prodotti che ho effettivamente finito ma alcuni sono andati a male.
Ho fatto un'ulteriore pulizia dei miei prodotti, regalando tante cose e vedendomi costretta a buttare altre perché ormai inutilizzabili.
Io se siete d'accordo direi che smetto di comprare prodotti in crema. Mi ci trovo molto bene come tipologia ma si deteriorano troppo in fretta per una persona che ha così tante cose come me quindi ecco, basta.

Shop my (lipstick) Stash: Marc Jacobs Beauty Dizzy Spell Lovemarc Lip Gel

Shop my (lipstick) Stash: Marc Jacobs Beauty Dizzy Spell Lovemarc Lip Gel


Non compro praticamente più e ve l'ho detto così tante volte che probabilmente avrete la nausea. È uno dei problemi principali per il blog: non ho cose nuove di cui parlare.
Ho però un sacco di cose meno nuove di cui negli anni non ho mai parlato. Negli ultimi giorni ho fatto un bel po' di pulizia nella mia collezione, regalando veramente tanti trucchi. 
Mi sono rimasti comunque così tanti prodotti da poterne usare ogni giorno di diversi.
Ho quindi pensato di fare dei post singoli su alcuni prodotti di cui non vi ho mai parlato, anche quando so che magari non sono più in circolazione.
Posso condividere qualche pensiero sul marchio e continuare a parlare di makeup nonostante mi sia impossibile tenere il passo con tutte le nuove uscite.
Principalmente parlerò di prodotti labbra credo, sono quelli oggettivamente più facili da fotografare addosso.
Iniziamo con un rossetto Marc Jacobs, il Dizzy Spell.

Empties!

Empties!

Anche oggi prodotti finiti. Sta pericolosamente arrivando il momento in cui dovrò comprare una crema viso e qualche altro prodotto di cui non ho neanche mezzo backup, sono molto orgogliosa di questo piccolo stupido traguardo.
Vi racconto cos'ho finito in questo periodo, beandomene.

(little) Things I Love: Parco Ciani

(little) Things I Love: Parco Ciani


Vivo a Lugano da due anni e mezzo. Mi fa strano scriverlo, mi fa strano pensarlo.
Sono arrivata qui per una scelta lavorativa di cui non mi pento -nonostante non sia stato per niente facile, anzi- e ho trovato una realtà piuttosto diversa da quella che ho lasciato.
Non sono un animale particolarmente socievole. Parlo tantissimo, parlo per ore, parlo con tutti.
Però faccio fatica a trovarmi realmente bene con qualcuno e ci ho messo mesi e mesi per trovare anche qui delle anime affini con cui davvero mi sentissi a mio agio. 
Ne è valsa la pena aspettare ma questa è un'altra storia.
Oggi vi parlo di un luogo a Lugano che mi ha tenuta compagnia quando mi sono sentita sola e che mi ha accolta quando avevo bisogno di stare sola.